Torna a Eventi FPA
Torna al programma

  da 14:31 a 15:02

PON Governance, una PA più digitale e vicina ai territori. Progetto VeLA: numeri, storie ed esperienze di riuso del kit per lo Smart Working [ pa.38 ]

Sala: Streaming Rosso

Il progetto VeLA, finanziato sul Pon Governance e Capacità Istituzionale 2014-20 si è concluso a luglio 2019, ma da allora, complici anche i difficili mesi dell’emergenza Covid, lo Smart Working è diventato più che mai attuale, mostrando il potenziale che può essere attivato grazie a questo percorso di cambiamento manageriale e del lavoro. Il progetto ha prodotto come esito un kit di riuso, una cassetta degli attrezzi contenente strumenti, metodologie e modelli per l’avvio di progetti di Smart Working a disposizione di tutte le Pubbliche Amministrazioni interessate. Con l’aiuto di alcuni dei partner di progetto verranno approfonditi i contenuti del kit ma anche condivise le esperienze di Smart Working realizzate dopo la fine del progetto e l’impatto che queste stanno generando sulle organizzazioni”

A cura di
In collaborazione con

Programma dei lavori

Apertura e breve introduzione dei lavori

Sparaco
Stefania Sparaco Responsabile attività trasformazione digitale e organizzativa - Regione Emilia-Romagna Biografia
Responsabile delle attività trasformazione digitale e organizzativa in Regione Emilia-Romagna lavora da sempre su progetti che si occupano di innovazione a partire dalle tecnologie e dalle persone. 
Lavoro agile, change management e employees engagement, adozione di nuove tecnologie e attitudine smart rappresentano i temi principali su cui ha lavorato negli ultimi anni nell’ambito della Direzione Generale della Regione Emilia-Romagna, in staff al RTD.
Project manager del Progetto VeLA-Smart Working per la PA finanziato sul Pon Governance 2014-20 e della Rete Emilia-Romagna Smart Working. 

Chiudi

Appronfodimenti

Cogo
Da VeLA a Veneto Agile: Lo smartworking per gli EELL del Veneto
Gianluigi Cogo Project Manager Agenda Digitale del Veneto - Regione Veneto Biografia

Da anni facilita i processi che sfruttano le nuove tecnologie e diffonde la cultura digitale nella Pubblica Amministrazione.

In rete dai primissimi anni '90, fonda nella sua città la prima rete civica: 'Venice On-Line' e poi il primo portale cittadino: 'Venezia.Net'. Verso la fine degli anni '90 fonda, assieme ad altri colleghi, il primo network dei comuni della Provincia di Venezia 'Polo Est' e infine uno dei primi social network italiani: 'Networkingitalia.it'.

Presso la Regione Veneto, dove attualmente si occupa di Agenda Digitale, Open Innovation e Competenze digitali, ha creato la prima intranet collaborativa 2.0. In ambito di coordinamento tecnico fra le regioni italiane guida il gruppo interregionale “IoT, big data e smartness” e nel passato ha sviluppato Ritef, la 'rete delle regioni per l'e-learning'. Fin dai primi anni 2000 è stato uno dei protagonisti del Cisco Networking Academy in Italia. E' attualmente docente a contratto all'Università Ca' Foscari dove tiene il corso  'Gestione dei dati digitali" e dove ha tenuto per sei anni il corso 'Social media e web apps'. Presidente di Assint (Associazione per lo sviluppo dell'innovazione e delle nuove tecnologie), membro dell'esecutivo dell'Istituto per le politiche dell'innovazione e recentemente Digital Champion per la città di Venezia. E' stato, inoltre, per 5 anni direttore scientifico del premio eGov e ha fondato l'Associazione Italiana per l'Opengovernment di cui è stato Segretario Generale.

E' molto attivo in rete con il suo blog: http://webeconoscenza.gigicogo.it e collabora continuamente con diverse istituzioni per master e corsi sull'Opengovernment-data e sulle Digital strategies per le politiche pubbliche. Autore dei libri "La cittadinanza digitale" e "I siti web della pubblica amministrazione". "I Social Network per la PA" e "Business Networking", nonchè coautore di "Tecnologie digitali per la comunicazione pubblica" collabora con diverse testate giornalistiche sui temi del digitale.

Chiudi

Campagnola
Lo Smart working come opportunità per ripensare gli spazi di lavoro
Valentina Campagnola Dirigente dell'Area Datore di lavoro, promozione del benessere organizzativo e servizi al personale della D.R. Affari Istituzionali, Personale e Sistemi Informativi - Regione Lazio Biografia

Laureata in giurisprudenza, dal 2004 Segretario Comunale. Dal 2016 è dirigente in Regione Lazio con competenze in materia di servizi in favore del personale, benessere organizzativo, formazione e salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. Ha coordinato il progetto sperimentale di Regione Lazio sullo smart working.

Chiudi

Allegretti
Organizzare, monitorare e valutare la performance del proprio lavoro a distanza e quello dei collaboratori
Stefania Allegretti Responsabile dell’Ufficio Sviluppo organizzativo e del personale - Provincia Autonoma di Trento Biografia

Esperta in age management e smart working. Responsabile dell'ufficio sviluppo organizzativo e del personale presso il Dipartimento organizzazione, personale e affari generali della Provincia autonoma di Trento (PAT); si occupa di formazione, organizzazione e progetti innovativi. Responsabile del progetto PAT4YOUNG, progetto di inserimento lavorativo di giovani funzionari under 32, di mentoring e reverse mentoring e del progetto nazionale Ve.L.A., in rappresentanza della Provincia. Il progetto Ve.L.A. (Veloce, Leggero, Agile: Smart Working per la PA)  ha avuto come obiettivo sia quello di trasferire agli Enti riusanti la buona pratica di modalità di lavoro agile TelePAT 2.0, già in uso presso la Provincia autonoma di Trento, sia quello di creare una cassetta degli attrezzi immediatamente utilizzabile da parte delle Amministrazioni Pubbliche interessate a implementare un progetto di Smart Working.

Attualmente sono nel gruppo di lavoro per la creazione di un vero e proprio “distretto Trentino intelligente” iniziando dalla promozione del lavoro agile attraverso la definizione di fattori minimi comuni che possano costituire la base di partenza per l’applicazione del lavoro agile nelle organizzazioni territoriali.

Questi standard sono individuati grazie all’apporto di specifici Tavoli di lavoro (“Personale e organizzazione”, “Trasformazione digitale” e “Logistica e spazi fisici”) che vedono coinvolti tutti gli stakeholder, mirando ad una proficua contaminazione anche tra realtà pubblica e privata.

Chiudi

Conclusioni

Sparaco
Stefania Sparaco Responsabile attività trasformazione digitale e organizzativa - Regione Emilia-Romagna Biografia
Responsabile delle attività trasformazione digitale e organizzativa in Regione Emilia-Romagna lavora da sempre su progetti che si occupano di innovazione a partire dalle tecnologie e dalle persone. 
Lavoro agile, change management e employees engagement, adozione di nuove tecnologie e attitudine smart rappresentano i temi principali su cui ha lavorato negli ultimi anni nell’ambito della Direzione Generale della Regione Emilia-Romagna, in staff al RTD.
Project manager del Progetto VeLA-Smart Working per la PA finanziato sul Pon Governance 2014-20 e della Rete Emilia-Romagna Smart Working. 

Chiudi

Torna al programma