Torna a Eventi FPA
Torna al programma

  da 15:47 a 16:46

Affrontare le cronicità con il supporto dell'ICT: la risposta delle Regioni [ talk.08 ]

Sala: Sala verde

Il progetto “Sostenere la sfida alla cronicità con il supporto dell’ICT” è oramai giunto nella sua fase operativa che prevede il trasferimento delle metodologie e l’analisi, valutazione e confronto con le esperienze locali.

La prima fase, caratterizzata dall’emersione delle buone pratiche regionali che hanno evidenziato un diffuso livello di adozione di strumenti di connected care per la gestione della cronicità, ha posto in luce il crescente interesse dei sistemi sanitari regionali per gli strumenti di ICT e la consapevolezza del ruolo critico che tali strumenti possono assumere nella gestione della cronicità.

In tale contesto, il confronto con le esperienze locali ha consentito di organizzare tre Tavoli di Lavoro: Modelli di Telemedicina; Modelli innovativi di ADI; PDTA per la policronicità.

I Tavoli di Lavoro puntano all’analisi e implementazione di strumenti innovativi a supporto del ruolo critico attribuito all’ICT nella gestione della cronicità, anche in considerazione della attuale situazione pandemica.

A cura di

Programma dei lavori

Modera e coordina

Veraldi
Antonio Veraldi Responsabile Area Sanità e Regioni - FPA Biografia

Da anni lavora per costruire, consolidare e allargare reti di amministratori pubblici, di professionisti della sanità pubblica e privata, di esponenti delle professioni, di ricercatori e di manager delle imprese. L'obiettivo è promuovere e facilitare l’incontro e lo scambio di idee, competenze e esperienze tra tutti questi soggetti, autori dell'innovazione della PA e dei sistemi territoriali. 

Chiudi

Progetto Cronicità– principali risultati e stato dell’arte

Mariniello
Rosanna Mariniello Dirigente Ufficio 5 Livelli essenziali di assistenza, assistenza territoriale e sociosanitaria - Direzione generale della programmazione sanitaria - Ministero della Salute Biografia

Laureata in Giurisprudenza presso l’Università degli studi di Roma La Sapienza. Abilitata all’esercizio della professione forense. Ha conseguito il corso di specializzazione per l’idoneità a Segretario generale, il corso di perfezionamento in Organizzazione e finanza degli Enti Locali presso l’Università Federico II di Napoli e il Master in Finanza Pubblica presso la Scuola Superiore dell’Economia e delle finanze.

Dapprima segretario comunale e direttore generale di enti locali, per nove anni, dal 2005 lavora presso il Ministero della Salute. Da marzo 2019, ha l’incarico di direzione dell'Ufficio 5 della Direzione della Programmazione sanitaria - Livelli essenziali di assistenza, assistenza territoriale e sociosanitaria. Le principali aree di attività sono: definizione e aggiornamento dei Livelli essenziali di assistenza (LEA); indirizzi per la programmazione e la qualificazione dell'assistenza territoriale di base, specialistica ambulatoriale, protesica e integrativa, incluso lo studio e la promozione di nuovi modelli per l'erogazione dell'assistenza sanitaria di base; integrazione sociosanitaria domiciliare, ambulatoriale, residenziale e semiresidenziale; assistenza ai pazienti in stato vegetativo e minima coscienza; attuazione della normativa sulle cure palliative e terapia del dolore e iniziative per garantire l'accesso dei cittadini alle cure; disciplina delle esenzioni per patologia e per reddito; linee guida per i percorsi diagnostico-terapeutici assistenziali in ambito territoriale.

È referente tecnico-scientifico del Progetto “PON GOV - Sostenere la sfida della cronicità con il supporto dell’ICT”.

Chiudi

L’importanza della Rete territoriale – il punto di vista delle Regioni

Introduce

Enrichens
Francesco Enrichens Project Manager - PonGov Agenas Biografia

Medico Chirurgo ha ricoperto i seguenti incarichi: Direttore Sanitario Aziendale ATS (Azienda Tutela della Salute) Regione Sardegna Direttore Ufficio III DGPROG Ministero della Salute Direttore Dipartimento di Emergenza e Accettazione - Città della Salute e della Scienza di Torino Dirigente di II livello di Chirurgia Generale Specialista in Chirurgia d’Urgenza Specialista in Cardiochirurgia Membro del comitato scientifico Istituto Superiore di Sanità.

Chiudi

Intervengono

Ruggeri
Antonino Ruggeri Controllo di gestione, sistemi informativi, logistica sanitaria e coordinamento acquisti - Regione Piemonte
Bisogno
Massimo Bisogno Struttura Commissariale per il Piano di rientro dal disavanzo sanitario - Regione Campania Biografia

Laureato in Scienze dell’Informazione presso l’Università degli Studi di Salerno, dopo una significativa esperienza nel settore privato, dove ha approfondito l’utilizzo dei dati geografici quale strumento abilitante per l’analisi e lo sviluppo di strategie di geomarketing per le grandi aziende, ha intersecato la sua attività professionale con il mondo della Pubblica Amministrazione. Dall’aprile del 2016, dopo un’esperienza presso altre amministrazioni, è rientrato in Campania, presso l’Agenzia Campana per la Mobilità, le Infrastrutture e le Reti, dove svolge il ruolo di responsabile dell’Unità Sistemi Informativi, ITSC, Ricerca e Innovazione. Da settembre 2017, fa parte della Struttura Commissariale per il “Piano di rientro dai disavanzi del SSR campano”, con funzioni di controllo sulla corretta alimentazione dei flussi informativi e sviluppo dei sistemi aziendali, segue tutti gli investimenti in materia di Sanità digitale. Ha avviato il progetto SINFONIA, il Sistema INFOrmativo saNità campanIA, di cui componente fondamentale è il Fascicolo Sanitario Elettronico.

Membro dell’Advocy Group in rappresentanza delle Regioni e Province autonome individuato dalla Commissione salute; Membro del gruppo di lavoro ICT nell’ambito del “PonGov Cronicità – Sostenere la sfida alla cronicità con il supporto dell’ICT”; Referente, per la Regione Campania, del gruppo di lavoro della cabina di regia del Nuovo Sistema Informativo Sanitario (NSIS); Membro del Nucleo di Coordinamento Regionale Health Technology Assessment (HTA); Membro della Commissione Regionale per la valutazione dei presupposti necessari al riconoscimento di un Centro di Riferimento Regionale

Chiudi

Montesi
Matteo Montesi ICT Manager, Logistica e Programmazione Acquisti, Direzione Salute ed Integrazione Socio-Sanitaria - Regione Lazio

Conclusioni

Il ruolo dell’ICT nella cronicità

Gabbrielli
Francesco Gabbrielli Centro nazionale per la telemedicina e le nuove tecnologie assistenziali - Istituto Superiore di Sanità Biografia

Dal giugno 2017 è Direttore del Centro Nazionale di Telemedicina e Nuove Tecnologie Sanitarie, presso l’Istituto Superiore di Sanità, conducendo attività di ricerca clinica e R&S nei settori della Telemedicina, della Sanità digitale, della Robotica, Big Data e Intelligenza Artificiale, nonché attività consulenziali a supporto delle Istituzioni nazionali e locali, oltre che degli enti del SSN. Laurea in Medicina e Chirurgia presso l'Università di Pisa, Specializzazione in Chirurgia Generale e Dottorato di ricerca in Chirurgia Sperimentale presso l'Università dell'Aquila, Master e EUPF Register of Euro-Projects Designers and Manager. Ricercatore in numerosi progetti nazionali e internazionali dal 1996 sulle innovazioni tecnologiche per: servizi medici e chirurgici; gestione del cambiamento nei sistemi sanitari; sicurezza del paziente e garanzia della qualità dei servizi sanitari; progettazione di sistemi eHealth e mHealth. Collaborazioni precedenti all’attuale incarico con: CNR italiano, Università di Pisa, L'Aquila, Ancona, Roma La Sapienza, Università del Michigan, MI (Stati Uniti), MedSMART Inc.- Ann Arbor MI (Stati Uniti), Scuola tecnica e gestionale G. Reiss Romoli (L'Aquila), Centro di ricerca sanitaria del CERN (Ginevra). Attività medico-chirurgica in Spagna presso Pronto Soccorso dell'Ospedale di Granada (Spagna), in Italia presso il Policlinico di Pisa, l’Ospedale di L'Aquila, di Avezzano e Formia. Dal 2007 al 2017 dirigente medico in Chirurgia Generale e trapianti d’organo presso Umberto I Policlinico di Roma, con attività di ricerca in telemedicina applicata alla Chirurgia. Collaborazioni volontarie con organizzazioni non governative per il teleconsulto medico in Africa. Consulente esperto indipendente della Commissione europea (7 ° PQ, H2020) su progetti di sanità digitale e innovazione tecnologica. VP Cluster for Health Innovation and Community (CHICO) 2015-2017, VP Digital SIT (2015-2018), Consigliere nazionale Digital SIT dal 2020. Autore di numerose pubblicazioni nazionali e internazionali su chirurgia sperimentale e robotica, telemedicina, sanità digitale, organizzazione e governance dei sistemi sanitari. Consulente esperto nella progettazione e realizzazione di servizi sanitari digitali.

Chiudi

Torna al programma