Torna a Eventi FPA
Torna al programma

  da 09:15 a 10:11

Rubrica Lavoro&Welfare. Progetti ed esperienze di innovazione tecnologica durante e dopo l’emergenza sanitaria [ pa.13 ]

Sala: Sala rossa

Programma dei lavori

Il digitale dopo l’emergenza. Quali attività ed esperienze non bisogna disperdere

L’emergenza determinata dal Coronavirus, oltre agli aspetti legati alla gestione dell’ambito sanitario, ha messo a dura prova l’organizzazione del lavoro e della società. Ora ripartire è una sfida sulla quale si gioca il futuro delle nuove generazioni e occorre saper trasformare la crisi in un’opportunità.

Nell’ambito dell’innovazione tecnologica, bisogna riconoscere come dall’emergenza sia derivata un’incredibile accelerazione dell’utilizzo degli strumenti digitali ai fini della produzione e dei processi del lavoro. Il nostro Paese sembra aver messo finalmente a fuoco l’importanza delle tecnologie digitali che hanno reso possibile l’adattamento in tempi brevi alla nuova condizione. Basti pensare alla soluzione del lavoro in modalità agile – conosciuto come smart working – senza il quale tante iniziative avrebbero vissuto un grave e drammatico arresto.

Investire nell’innovazione tecnologica e portare a termine la trasformazione digitale è un’occasione imperdibile per la crescita economica dell’Italia. In tal senso la PA gioca un ruolo fondamentale per la capacità di innescare innovazione, innanzitutto trasformando sé stessa.

Il Ministero del Lavoro e delle politiche sociali fa la sua parte nel processo della digitalizzazione incentivando e facilitando l’utilizzo di servizi online da parte dei cittadini e delle imprese, senza dimenticare gli interventi per il personale dell’Amministrazione stessa.

Lunetta
Daniele Lunetta Dirigente Div.II -Digitalizzazione e innovazione tecnologica - Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Biografia

Daniele Lunetta, supporta da 10 anni lo sviluppo dei servizi digitali del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, dove è attualmente dirigente responsabile IT

Ha gestito e coordinato, sin dalla sua ideazione, il portale Cliclavoro.gov.it, che rappresenta il punto di accesso ai servizi online del Ministero, nonché il sito istituzionale Lavoro.gov.it, presentato come “best practice” istituzionale all’ “Italian Digital Day” 2015. 

Ha ideato e sviluppato la strategia di digital marketing del Ministero, che comprende un ampio spettro di canali digital ed un utilizzo di strumenti analitici avanzati per effettuare un targeting efficace sull’audience di riferimento (cittadini, aziende ed agenzie per il lavoro).

Dallo scorso anno ha dato il via al progetto dell’Urp online, portale tematico di supporto e assistenza per il cittadino.

Ha diversi incarichi inter-istituzionali relativi a interoperabilità e standard che interessano i dati del mercato del lavoro.

Chiudi

Luci e ombre sullo smart working: l’esperienza delle consigliere di parità

La consigliera nazionale di parità illustrerà le principali problematiche emerse durante lo svolgimento delle attività lavorative in smart working legate all’emergenza sanitaria, nell’esperienza delle consigliere di parità nei loro territori.

Bagni Cipriani
Francesca Bagni Cipriani Consigliera Nazionale di Parità - Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Biografia

Francesca Bagni Cipriani è Consigliera Nazionale di Parità dal 22 maggio 2015. In questa veste è un pubblico ufficiale che vigila sul rispetto delle norme in materia di parità e pari opportunità presenti nel nostro paese e combatte i fenomeni discriminatori nei posti di lavoro, supportata, in questo compito da una “rete” di consigliere che fanno capo agli Enti locali.

Il suo impegno sociale, politico, istituzionale si è sempre mosso in direzione della possibilità di crescita femminile, sempre spinta a ricercare forme nuove di associazionismo femminile che rispondessero ai cambiamenti che nel corso degli anni si sono determinati nel mondo delle donne.

Per questo ha fatto parte di una grande organizzazione come l’UDI, oltre che di organismi paritari femminili, di promozione di sviluppo di imprenditoria femminile, in un’ottica di apertura alle relazioni e collegamenti con realtà femminili non solo del territorio ma anche degli altri paesi europei.

Chiudi

Il volto sociale e digitale del Reddito di Cittadinanza

La riuscita del Reddito di Cittadinanza passa per la costruzione di interventi efficaci di inclusione sociale e lavorativa che mettano al centro le persone e la complessità dei bisogni che esprimono, ma passa anche per la capacità della PA di offrire strumenti di attuazione che siano al passo con la rivoluzione digitale che stiamo vivendo.

Gli interventi di inclusione sociale, definiti dagli operatori dei servizi sociali dei Comuni in collaborazione con le famiglie, vengono sanciti nei Patti per l’Inclusione Sociale (PaIS).

Per sostenere il delicato lavoro degli operatori, il Ministero del lavoro e delle politiche sociali è impegnato già da tempo in un’operazione di rafforzamento dei servizi territoriali di contrasto alla povertà, in termini di infrastrutture, strumenti e competenze, sostenuta in maniera complementare da risorse europee (PON Inclusione FSE 2014-2020) e nazionali (Fondo povertà).

L’innovazione tecnologica in questo processo svolge un ruolo fondamentale. Oggi, per la prima volta, gli operatori territoriali hanno a disposizione un sistema informativo, il GePI (Gestionale Patti per l’Inclusione Sociale), che traduce a livello informatico la strumentazione messa a disposizione dei territori per assicurare uniformità nelle prestazioni e coerenza nei criteri di valutazione dei bisogni delle famiglie in povertà, attivando i relativi sostegni.

La Piattaforma GePI, sviluppata per sostenere il lavoro degli assistenti sociali nell'accompagnare i beneficiari RdC convocati dai Comuni, è in grado di semplificare le procedure, di rendere più agevoli i controlli, le verifiche anagrafiche e lo scambio delle informazioni e consente agli Ambiti Territoriali un immediato accesso ai dati. La Piattaforma consente anche l’alimentazione del Sistema informativo dei servizi sociali, necessario a migliorare la capacità di programmazione degli interventi e dei servizi sociali.

È quindi in atto un importante processo di trasformazione digitale nella gestione delle politiche di contrasto alla povertà, che per essere assimilato in modo efficace ed uniforme dal territorio ha bisogno di essere accompagnato attraverso linee guida, percorsi formativi e supporto diretto agli operatori.

Berliri
Cristina Berliri Dirigente DIVISIONE II - Politiche per la lotta alla povertà. Attuazione del Reddito di inclusione (ReI). ISEE e prestazioni sociali agevolate - Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Biografia

Dottore di Ricerca in Economia, Dirigente del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali presso la Direzione per la Lotta alla povertà e per la programmazione sociale, Divisione competente per l'attuazione del Reddito di cittadinanza e in materia di ISEE e prestazioni sociali agevolate.

Chiudi

Tacconi
Valentina Tacconi Responsabile Ambito Servizi al Lavoro - Azienda Speciale Consortile “Consorzio Desio-Brianza” Biografia

Laureata in sociologia del lavoro e delle organizzazioni, dal 2005 lavora per l’Azienda Speciale dei Comuni dell’Ambito di Desio (MB), prima come responsabile del servizio integrazione lavorativa e poi come responsabile dei servizi al lavoro, in particolare rivolti a persone con disabilità o in situazione di svantaggio sociale.

Nel 2016 consegue presso l’Università di Milano Bicocca il Master in Network managment e co-progettazione dei servizi. Dal 2017 si occupa di coordinare le politiche di contrasto alla povertà a livello locale, attraverso la sperimentazione del SIA, l’implementazione del dispositivo organizzativo d’ambito per l’attuazione del REI, ora confluito nella gestione dei patti per l’inclusione sociale del Reddito di Cittadinanza.

Progetta e gestisce azioni di sistema e interventi nell’ambito delle politiche attive del lavoro, inclusione attiva e welfare di comunità, in rete con gli attori istituzionali e i soggetti del terzo settore attivi sul territorio.

Chiudi

Torna al programma