Torna a Eventi FPA
Torna al programma

  da 11:15 a 12:15

PON Governance e Pon Metro, una PA più digitale e vicina ai territori. La trasformazione digitale e lo sviluppo urbano come fattori di resilienza [ pa.16 ]

Sala: Streaming Verde

Segui la diretta

La città di Venezia, con il suo territorio unico al mondo di acqua e di terra e il suo straordinario patrimonio di beni culturali, unito ad una vasta area industriale e portuale, beneficia di 40 mln di euro del PON Metro e del “Progetto Transizione digitale e Miglioramento della Governance” finanziato dal PON Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020. Con il supporto della sua inhouse Venis S.p.A., soggetto attuatore sia del progetto PONGOV sia di molti interventi del PON METRO, il Comune di Venezia ha in questi anni sviluppato una serie di progetti che non solo mettono l’Ente all’avanguardia nella ottemperanza al Piano Triennale per l’Informatica nella Pubblica Amministrazione, ma hanno aumentato la resilienza della città ad eventi “straordinari”, come dimostrato già nel caso dell’acqua alta eccezionale (novembre 2019) e dell’emergenza COVID19 (febbraio – maggio 2020). La soluzione di CRM implementata, o meglio di CzRM (Citizen Relationship Management), chiamata DIME, è una piattaforma multicanale per l’erogazione di servizi informativi, dispositivi e transattivi dell’intero settore pubblico della città. Aver realizzato una architettura multilivello ha consentito l’erogazione e fruizione di servizi pubblici in multicanalità, in una logica di semplificazione della relazione tra cittadini e PA e di maggior comprensione delle esigenze e dei comportamenti dell’utenza, abilitando tempestivamente un canale di servizio digitale e un punto unico di accesso multicanale per far fronte alle emergenze. La centralità dell’utenza ha imposto che all’implementazione tecnologica dei servizi digitali si accompagnasse sia una analisi dei bisogni e dei comportamenti dell’utenza, sia una seria revisione dei processi di back-office delle amministrazioni e l’accompagnamento costante al change management necessario. Il progetto del Comune di Venezia “Progetto Transizione digitale e Miglioramento della Governance” che persegue l’obiettivo di aumentare l’efficacia e l’efficienza nella transizione digitale del personale del Comune di Venezia e delle Aziende Comunali, con all’erogazione di servizi digitali in modalità multicanale, ha permesso all’Ente di essere pronto anche nella fase emergenziale COVID19, gestendo un numero di interazioni e servizi elevatissimo, nonostante la chiusura al pubblico degli uffici. L’integrazione di questi interventi, con altri interventi realizzati o in corso di completamento, anche grazie al PON METRO, fra cui la Smart Control Room e il Sistema di controllo dei flussi pedonali, ha permesso a Venezia di rafforzare concretamente la sua capacità di resilienza ad eventi emergenziali e straordinari anche e soprattutto attraverso l’uso delle tecnologie coniugato alla capacity building delle competenze personali e organizzativi, in un’ottica di trasformazione digitale anche dei processi.

[...riduci]
La città di Venezia, con il suo territorio unico al mondo di acqua e di terra e il suo straordinario patrimonio di beni culturali, unito ad una vasta area industriale e portuale, beneficia di 40 mln di euro del PON Metro e del “Progetto Transizione digitale e Miglioramento della Governance” finanziato dal PON Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020. Con il s [...leggi tutto]
A cura di
In collaborazione con

Programma dei lavori

Intervengono

Ravenna
Paola Ravenna Dirigente Settore Ricerca Fonti di Finanziamento e Politiche Comunitarie - Comune di Venezia Biografia

Laureata in Economia Aziendale a Venezia, ha completato i suoi studi a Rotterdam frequentando il master in Urban management presso l’università Erasmus. Da più di 20 anni lavora per la Città di Venezia allo sviluppo di progetti urbani integrati sostenibili, e da dodici nell'ambito della politica di coesione europea, avendo l'opportunità di guardare e imparare dalle soluzioni adottate dalle città europee, per trarre ispirazione e contribuire all'innovazione sociale, per migliorare la qualità della vita dei cittadini. Attualmente ricopre il ruolo di Dirigente del Settore Ricerca Fonti di Finanziamento e Politiche Comunitarie occupandosi di progettazione, gestione e rendicontazione di progetti finanziati con fondi UE e nazionali, oltre che ricoprire il ruolo di Responsabile dell’Organismo Intermedio dell’Autorità Urbana di Venezia per il PON Città Metropolitane 2014-2020 e per il POR FESR Veneto 2014-2020.

Chiudi

Poggiani
Alessandra Poggiani Direttore Generale - Venis Biografia

Alessandra Poggiani è il Direttore Generale di Venis s.p.a., società di ICT in house della Città di Venezia e operatore locale di telecomunicazioni. È inoltre Professore a contratto di Comunicazione d’Impresa presso la Facoltà di Economia dell’Università Roma Tre. Già Direttore Generale dell’Agenzia per l’Italia Digitale della Presidenza del Consiglio, in precedenza è stata, fra l’altro, Direttore Generale di LAit S.p.A, società ICT in-house della Regione Lazio, Responsabile della Comunicazione Digitale di Enel S.p.a, Information Manager per la Euro-Mediterranean partnership della Commissione Europea, ed Esperto del Comune di Roma per il coordinamento di progetti europei sulla società dell’Informazione. Ha ricoperto numerosi incarichi accademici, fra cui Visiting Lecturer di Economia Digitale alla Business School dell’Imperial College di Londra e Professore incaricato di Marketing della Comunicazione Digitale all’Università di Roma La Sapienza. Partecipa a diverse commissioni di settore, fra cui l’Innovation Board della Fondazione Ca’ Foscari (dal 2017), la Commissione Digital Economy della sezione italiana dell’International Chamber of Commerce ICC (dal 2016) e all'Advisory Board di "Digital Italy dell’Innovation Group (dal 2016).

Chiudi

Battistella
Luca Battistella Consigliere Delegato Innovazione, Smart City - Comune di Venezia Biografia

nasce il 1°maggio 1961 a Venezia

Già dalle scuole medie l'indirizzo fu quello delle discipline artistiche e tecniche, prosegue gli studi al Liceo Artistico Statale di Venezia e li completa allo IUAV Istituto Universitario di Architettura di Venezia laureandosi nel 1993.

Dello stesso anno l'abilitazione alla professione conseguita a Venezia nella commissione presieduta dal prof. arch Aldo Rossi. Apre il proprio studio professionale nel 1994 e successivamente, nel 2003 trasferisce definitivamente l'attività nei Laguna Docks di viale Ancona a Mestre.

Oltre gli impegni professionali, molta la dedizione ad attività civiche e politiche, fu consigliere comunale a San Donà di Piave nel 1994, membro del Centro Studi Storici di Mestre dal '94 al '97, membro di commissioni edilizie, San Donà dal 1998 al 2002, Caorle dal 2001 al 2002, Mogliano Veneto dal 2009 al 2011.

Dal 2015 con la nuova amministrazione è consigliere del Comune di Venezia con delega alla innovazione e smart city.

In ambito accademico, svolse allo IUAV dal 1996 al 1999 l'incarico di collaboratore alla didattica e nel 2011 membro della commissione esami di stato di abilitazione alla professione di architetto.

Nel biennio 2017-2019, per ITS-red, è stato docente per il corso “impatto ambientale, smart city e trasporti”.

E' compagno per la vita con Sara, architetto, con la quale condivide oltre la professione la bellezza di una figlia, Virginia Caterina.

Chiudi

Torna al programma